Robert Reich per il Lavoro Sostenibile

Un parere autorevole e i primi riscontri da Seattle sul minimum wage, il 'salario minimo'

Sezione:

Considerazioni
È importante capire che gli amministratori delegati non sono creatori di lavoro; non lo sono i ricchi nè le aziende. I creatori di lavoro sono la classe media e i poveri, i cui acquisti sono il motivo per cui le imprese creano posti di lavoro. Se la classe media e i poveri NON SONO PAGATI ABBASTANZA, rallenta la creazione di occupazione. Ecco perché UN SALARIO MINIMO PIU' ALTO CREA POSTI DI LAVORO Robert Reich, Berkeley University of California, Ministro del Lavoro con Clinton

A sostenere la tesi che più volte ho riportato nelle mie note, è dunque anche uno dei "10 più efficaci segretari di gabinetto del XXI secolo", secondo il Time Magazine.

Sul suo sito, Reich spiega le ragioni di quanto affermato, partendo da Seattle, la prima città che ha imposto il salario minimo a 15$. Contrariamente alle fosche previsioni, invece di perdere posti di lavoro, questa misura si è tradotta in maggior disponibilità di soldi per le fasce più basse, quelle che spendono i soldi nella comunità, situazione che ha creato più posti di lavoro.

Quando avviene il contrario, i CEO accumulano troppi soldi che non riescono ad investire efficacemente in nuove imprese. Per questo motivo in America, tra il 1980 e il 2014, il numero di nuove imprese si è dimezzato. Le aziende, invece di investire, fanno finanza riacquistando le proprie quote di azioni. Infatti non ci sono motivi per espandere o investire se i clienti non comprano.

La spesa dei consumatori è cresciuta troppo lentamente e i vantaggi economici sono andati sempre verso i più benestanti. L'economia cresce ma il reddito del nucleo familiare medio continua a scendere, arrivando nel 2015 a -11% rispetto al 2000. Ma non prendetevela con la globalizzazione: altre nazioni di fronte alla stessa sono riusciti a conservare i salari della classe media; il salario medio della Germania, ad esempio, è oggi superiore a quello degli Stati Uniti.

Un fattore negli USA è stato la perdita di potere di contrattazione dei lavoratori incapaci di ottenere una quota dei guadagni dalla crescita. Un altro cambiamento strutturale è il calo del salario minimo. Nel 1979, il salario minimo era di 9,67 dollari l'ora (equivalenti ad oggi), oggi è 7,25 dollari, ben al di sotto rispetto al 1979.

Dato che i lavoratori sono molto più produttivi ora, grazie soprattutto ai computer, il salario minimo dovrebbe essere ancora più alto. Impostando un piano sui salari, un minimo più elevato aiuta a spingere in su gli altri salari ottenendo un incremento del reddito medio familiare.

L'unico modo per far crescere l'economia in modo vantaggioso per tutti è quello di cambiare la struttura dell'economia stessa, con più potere ai lavoratori e un salario minimo più alto. Oltre ovviamente a scuole migliori per i bambini non ricchi e un migliore accesso all'istruzione superiore, e un sistema fiscale più progressivo. La crescita del PIL è sempre meno rilevante; dovremmo fare meno attenzione alla crescita e più al reddito medio familiare.

Se il reddito del nucleo familiare medio va verso l'alto, l'economia è in buona forma. Se va verso il basso siamo tutti nei guai!!!